TRA LE DUNE DEL DESERTO – VIAGGIO IN QATAR

IMG_3796 IMG_3797 IMG_4010 IMG_4033 IMG_4004 SAM_3806 SAM_3824

La mia passione per l’Oriente e per i paesi arabi mi ha portata a trascorrere una settimana in Qatar nella capitale Doha, meta insolita per il turismo di massa che preferisce le più commerciali Dubai e Abu Dhabi.

Bè devo dire che è stato un viaggio davvero piacevole ed interessante, anche se posso tranquillamente affermare che 3 giorni in realtà possono essere più che sufficienti per una visita a Doha, che sì è una città da 1 milione di abitanti ma le cose da vedere sono abbastanza limitate, per cui una settimana è tanto tempo … noi comunque non ci siamo certo annoiati e ne abbiamo approfittato per fare anche una gita nel deserto!

Il Qatar è il paese più ricco del pianeta con il maggiore pil procapite e si vede, qui la popolazione autoctona riceve addirittura una sorta di stipendio di Stato per il semplice fatto di essere nati in suolo qatarino.

Oltre al petrolio, si trovano enormi giacimenti di gas che viene esportato in tutto il mondo e che garantiranno a questo minuscolo Stato un prosperoso futuro anche quando i giacimenti petroliferi saranno esauriti.

A differenza di Dubai che è molto dispersiva e ci sono lunghe distanze tra un luogo e l’altro, Doha è abbastanza compatta; la città si divide sostanzialmente in due zone, quella più antica dove si trovano i Souq e quella nuova oltre la baia, al momento un cantiere a cielo aperto dove stanno costruendo grattacieli, centri commerciali e nuovi hotel, pronti per accogliere i mondiali di calcio del 2020.

COME ARRIVARE

Da Milano Malpensa o Roma con Turkish Airlines, Etihad ed Emirates. 5 ore di volo circa.

COME SPOSTARVI

Taxi, costano pochissimo, rapidi ed efficienti.

COSA VEDERE

SOUQ WAQUIF

Bello il Souq waquif, anche se molto ricostruito, quello che io chiamo l’effetto Gardaland è garantito J… ricco di negozietti di ogni genere, ci sono anche bar dove fare colazione e buoni ristoranti.

La sera è particolarmente animato poiché organizzano eventi e concerti dei cantanti locali per cui consiglio di dormire in zona, non dovrete spostarvi più di tanto per trovare un po’ di vita e mangiare (il resto della città ad una certa ora è praticamente deserta).

Oltre alle varie cianfrusaglie, nel souq si posso fare acquisti interessanti, intanto per noi donne che non rinunciamo al trucco si può comperare dell’ottimo kajal a buon prezzo, le qatarine ne fanno abbondante uso dato che spesso gli occhi sono l’unica cosa che possono mettere in risalto sotto i lunghi burqa neri.

Poi ci sono i profumi, essenze molto intense di origine naturale, spesso costose e … l’oro, c’è un angolo del souq tutto dedicato al metallo più prezioso, con creazioni artigianali meravigliose, ovviamente per chi non bada al portafogli.

Il Qatar è anche la patria della falconeria, gli emiri venerano i falchi e li trattano alla stregua di esseri umani, accudendoli con cura. Qui nel souq c’è una sezione interamente dedicata a questi rapaci e vi si trova anche l’unico ospedale al mondo per falchi, vale la pena soffermarsi a dare un’occhiata!

La torre eloidale che sovrasta il souq è detta Fanar ed è il centro islamico della città, per curiosità siamo entrati, potete bere un the caldo e sfogliare qualche opuscolo, può essere piacevole se v’interessa approfondire senza pregiudizi alcuni aspetti di una religione affascinante come l’islam.

MUSEO D’ARTE ISLAMICA

E’ senz’altro l’attrazione più bella, un’architettura davvero unica opera del cinese Pei, che vi farà rimanere a bocca aperta per eleganza e maestosità.

Il museo è praticamente costruito sull’acqua e ci si arriva percorrendo un lungo viale contornato da palme, particolare il terrazzo esterno dove tra fontane “danzanti” è possibile ammirare il fantastico panorama della città e dei suoi grattacieli che si affacciano sul Golfo.

Tutt’intorno al museo c’è un vasto e curatissimo parco, all’interno invece si resta colpiti dal soffitto altissimo e dalle scenografiche vetrate sulla baia di Doha.

Interessante anche la mostra, con una collezione di pezzi unici e reperti d’arte islamica.

Il museo è gratuito!

CORNICHE

Incantevole passeggiata lungo la Baia che collega le due zone principali della città, se non fa troppo caldo merita una passeggiata sia di giorno ma soprattutto di sera, dove lo skyline illuminato da il suo meglio.

Pensate che fino a pochi anni fa non c’era praticamente nulla di tutto ciò, la maggiorparte dei grattacieli è stata costruita negli ultimi tempi ed altri stanno spuntando a gran velocità, la città è in continua evoluzione, io sono stata nel 2014 … sarebbe interessante tornare nel 2020 per i Mondiali, chissà cos’avranno costruito!

Ho trovato piacevole prendere un dhow (tipica imbarcazione araba in legno) per fare un breve giro attorno al golfo di Doha, durata 15 minuti circa, prezzo irrisorio, partono da diversi punti della Corniche.

CENTRI COMMERCIALI

Siamo molto lontani dai favolosi e faraonici centri commerciali di Dubai, ma alcuni sono comunque molto belli e piacevoli, soprattutto per ripararsi dall’afa giornaliera.

Due nomi su tutti, il City Center Mall nella west bay e il Lagoona Mall, a 20 minuti dal centro di Doha, quest’ultimo è una divertente baracconata, al suo interno sono stati ricostruiti alcuni ambienti delle città italiane, Milano e Venezia, con tanto di gondole sulle quali fare un giretto sui canali finti!

Da vedere solo se avanzate tempo, lo shopping è di fascia alta, negozi di firma e gioiellerie importanti.

Nota: l’aria condizionata in questi centri commerciali è a livelli inimmaginabili, e lo dico io che vi assicuro non sono per niente freddolosa! La temperatura non supera i 18 gradi, portatevi golfini e pashmine per coprirvi altrimenti ci si prende un malanno se magari fuori di gradi ce ne sono 40.

KATARA

Centro culturale interessantissimo, Katara è notevole dal punto di vista architettonico, costruito sul mare a circa un quarto d’ora di taxi dal centro di Doha, al suo interno si organizzano eventi e manifestazioni ed è sede dell’annuale Qatar Film Festival.

Fondamentalmente si tratta di una cittadella che riprende le fattezze di un vecchio villaggio arabo ma è ovviamente nuovo di zecca, ideale per una bella passeggiata con negozi, bar, ristoranti, ma soprattutto mostre di pittura ed architettura e alcuni teatri.

Appunto qui si trova un magnifico anfiteatro in pietra che ricorda il Colosseo, al suo interno organizzano spettacoli serali ma anche di giorno è davvero bello solo da vedere, molto grande e maestoso.

Presso Katara si trovano gli unici stabilimenti balneari al di fuori degli hotel e dei resort di lusso. Il problema è che non ci va nessuno! Inoltre badate bene che alle donne è vietato il bikini … quindi diciamo che sono da tenere in considerazione proprio se morite dalla voglia di farvi un bagno e nel vostro albergo non ne avete possibilità :)

PEARL OF QATAR

Volendo copiare lo sfarzo di Dubai e le sue mega costruzioni sull’acqua, Pearl of Qatar è un complesso sul mare di nuovissima costruzione con decine di negozi d’abbigliamento firmatissimo, gioiellerie e ristoranti.

La zona oltre che commerciale è anche residenziale (per chi c’è stato assomiglia molto alla Marina di Dubai) con appartamenti di lusso in vendita, attracco di mega barche compreso J… fateci un giro se avete tempo, merita per lo shopping e per fare due passi tra gli yacht!

DESERT CRUISE EXPERIENCE

Avendo a disposizione parecchi giorni, se ne avete la possibilità, vi consiglio un giro organizzato con jeep nel deserto… ci sono molteplici agenzie che li organizzano e vale la pena, è un modo divertente per trascorrere una mezza giornata. Con mio marito ci siamo spinti sino ai confini con l’Arabia Saudita, un punto molto bello in riva al mare … sicuramente il vostro autista saprà dove si trova, fatevi portare!

 

Comments 2
  • I think this is one of the most significant information for me. And i’m glad reading your article. But should remark on some general things, The web site style is wonderful, the articles is really excellent D. Good job, cheers dkfedkdgkbca

  • very nice post, i certainly love this web site, keep on it agecdbagcedkkkck

Lascia una risposta

*